community of e-motions

IL SOGNO OGGI

Indubbiamente il sogno è una delle più strane esperienze psicologiche dell'uomo, una delle attività del pensiero più misteriose e affascinanti. Che cos'è il sogno? Ecco il primo quesito. Si può rispondere che il sogno è una particolare attività mentale, cerebrale per essere più precisi, che si manifesta durante il sonno.

Sul carattere mentale non dovrebbero esserci dubbi, se pensiamo al contenuto dei sogni: ricordi, immagini, associazioni di idee, pensieri veri e propri; esattamente come quando si è svegli, con la piccola grande differenza che, nel sogno, immagini, ricordi e pensieri sono collegati tra loro secondo una logica completamente differente rispetto alla veglia; alcuni sostengono che nei sogni non ci sia logica alcuna, ma la psicoanalisi, come vedremo, ci insegna che ciò non è affatto vero. Si sa che l'EEG può fornire un tracciato grafico dell'attività elettrica del cervello, le cosiddette "onde cerebrali". Un soggetto risvegliato mentre il suo EEG sta registrando un periodo di sonno paradossale, riferisce solitamente che stava sognando. Questa e altre osservazioni ci dimostrano che c'è uno stretto rapporto tra sonno paradossale (o fase R.E.M.) e sogni. Sognare, dunque, fa bene alla salute mentale. Può capitare di non ricordarsi i sogni, o di aver sognato, ma proprio ciò che dicevamo prima dimostra che ogni persona durante il sonno ha dei periodi in cui sogna.
Tramite l'EEG si è calcolato che le fasi di sonno paradossale ricorrono circa ogni 90 minuti, e durano mediamente 20 minuti. Queste fasi tendono ad allungarsi verso il mattino. Possiamo allora dire che il sonno paradossale occupa il 20% circa del sonno totale. 43.800 ore di sogni! Una fetta cospicua della nostra vita al di là di ogni possibile controllo. Proprio per questo la psicologia si incaricò di inquadrare nei canoni scientifici la bizzarria dei sogni. Uno stesso stimolo infatti può indurre sogni differenti, non solo in soggetti diversi, ma anche nel medesimo individuo in tempi diversi.
Vista l'impossibilità di stabilire una legge precisa e definita, la psicologia classica si persuase del fatto che i sogni erano unicamente l'espressione caotica della mente durante il sonno, durante il periodo, cioè, in cui le funzioni coscienti perdono il carattere unitario. Pertanto i sogni non meritavano che un cenno sbrigativo.
Fu Siegmund Freud che, con la creazione della Psicoanalisi, portò i sogni a un livello primario per la comprensione della psiche umana.
Uno dei metodi creati da Freud e dalla sua Scuola per far emergere elementi di questa parte nascosta fu proprio l'analisi dei sogni. Prima di occuparci del significato dei sogni secondo la dottrina psicoanalitica, vediamo alcuni aspetti generali della vita onirica.

SCOPRI Altri contenuti

COMMENTA ANCHE TU QUESTO ARTICOLO!

Per lasciare un commento devi essere registrato o aver effettuato l'accesso!

QUESTI NUMERI SONO PER TE!

16
Il sedere
55
La musica
40
L'ernia
86
La bottega
59
I peli

CERCA IL SIGNIFICATO DEI SOGNI

Se non siete sicuri sul genere ed il numero della parola, potete inserire anche delle abbreviazioni (es. se avete sognato degli alberi, potete inserire la parola albe, oppure alber, o anche semplicemente alb!).

Inserisci qui la parola da cercare (inserendo il carattere % percento, potrai consultare tutto il database dei sogni):

I vostri problemi di sesso e sessualità sono subito risolti!